Categorie
News

Cappotto Termico

Cos’è il Cappotto Termico?

 Il cappotto termico è l’isolamento termico delle pareti di una casa o di un edificio.  

Si applicano dei pannelli isolanti alle pareti della struttura, di spessore variabile, fino a raggiungere il risultato desiderato, ovvero migliorare la classe energetica dell’edificio.  

I materiali isolanti che si possono utilizzare sono molteplici e ciascuno con caratteristiche tecniche differenti.
Per citarne alcuni:  
•  lana minerale
• fibra di legno
• sughero
• schiume minerali
• polistirene espanso sinterizzato
•  polistirene estruso
• poliuretano
• pannelli in Aerogel.  

Un cappotto termico ben posato e con i giusti materiali, può durare moltissimi anni.  

 

Perché fare il Cappotto Termico?  

Nelle soluzioni abitative moderne e nella bioedilizia si parla spesso di “Comfort Abitativo”, inteso come una serie di caratteristiche che l’abitazione deve avere, per far si che la vivibilità al suo interno sia qualitativamente migliore. 
 
La temperatura ideale da tenere in casa è considerata intorno ai 20° (con oscillazioni che vanno dai 18 ai 22). Questo per garantire salubrità agli ambienti e, quindi, benessere fisico.  
Quando la temperatura della casa è al di sopra dei 22 gradi, va seriamente preso in considerazione l’solamento termico.  

Questo intervento, oltre ai benefici sopra citati, migliora anche la classe energetica dell’abitazione, portando anche ad un notevole risparmio economico.  

 

Quanto costa?  

Il costo varia molto in base ai materiali scelti e alla manodopera. Diciamo che si va dai 50 agli 80€ al mq. Ma con il Superbonus 110% si può arrivare anche a pagare pochissimo o, addirittura, nulla.  

 

Cappotto Termico e Superbonus110%, come funziona?

Si può richiedere il Superbonus per gli interventi di isolamento termico, ottenendo una detrazione delle spese sostenute fino al 110%, se si eseguono lavori su almeno il 25% della superficie lorda dell’edificio.

La detrazione sarà da ripartire in 5 quote annuali di pari importo.

Inoltre, si potrà cedere la detrazione fiscale all’impresa che effettuerà i lavori, ricevendo uno sconto immediato in fattura pari al 100% delle spese sostenute.

 

Categorie
News

Bonus Mobili 2021

Il Bonus mobili 2021 è un’agevolazione fiscale IRPEF per chi acquista mobili e grandi elettrodomestici a seguito di una ristrutturazione dell’immobile a cui sono destinati.

Per il 2021 sono stati stanziati molti tipi di sostegno per agevolare le ristrutturazioni (Superbonus, Ecobonus, Sismabonus) e, con il bonus mobili in aggiunta, si può risparmiare il 50% delle spese a livello fiscale.

Sul sito dell’Agenzia delle Entrate è possibile trovare tutte le informazioni su chi può avere accesso al bonus e come richiederlo.

Il bonus mobili 2021 è un aiuto in più per chi ha ristrutturato la propria abitazione in ottica di risparmio energetico e riqualificazione ambientale.

Cosa comprende?

E’ una detrazione fiscale per acquisto di mobili e grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ (A o superiore per i forni e lavasciuga), destinati ad una casa in ristrutturazione.

Come ottenerlo?

Il bonus mobili ed elettrodomestici è utilizzabile fino a 16.000 euro nell’anno in corso. Questo importo vale per ogni singola abitazione ristrutturata (dunque chi possiede più immobili in fase di ristrutturazione, potrà chiedere altrettanti bonus per ciascuno di essi).

Per accedere al bonus, l’acquisto di mobili e gradi elettrodomestici deve essere avvenuto a partire dal’1 gennaio 2021 e successivamente alla ristrutturazione. E’ importante, dunque, conservare tutta la documentazione dei vari acquisti e delle spese di ristrutturazione.

Nello specifico serviranno:

  • Documenti con la data di inizio lavori
  • Traccia del pagamento dei mobili e dei grandi elettrodomestici (quindi pagamento elettronico)
  • Fatture d’acquisto con i dati dell’acquirente e le informazioni sui prodotti acquistati

Inoltre sarà necessario fare comunicazione all’ENEA dell’intenzione di richiederlo.

Le ristrutturazioni che concedono l’accesso al Bonus mobili 2021 sono:

  • Manutenzione straordinaria;
  • Ristrutturazione di un edificio danneggiato da un evento naturale;
  • Restauro di interi fabbricati;
  • Manutenzione straordinaria e ordinaria su parti comuni di edifici (come nei condomini);
  • Installazione di ascensori;
  • Installazione di impianti di climatizzazione o stufe a pellet.

I mobili e gli elettrodomestici per cui è  possibile richiedere il bonus mobili 2021 sono:

•Letti, armadi e cassettiere;

•Librerie, scrivanie, tavoli e sedie;

•Divani, poltrone e comodini, materassi;

•Complementi accessori per l’illuminazione;

•Frigoriferi, congelatori;

•Lavatrici e lavasciuga, lavastoviglie;

•Apparecchi destinati alla cottura dei cibi, come piastre elettriche, forni a microonde;

•Apparecchi per il condizionamento e climatizzatori, stufe a pellet.

Non rientrano nel Bonus: pavimenti, parquet, tende, porte e complementi d’arredo.

Invece, le eventuali spese per il trasporto e l’installazione dei mobili e degli elettrodomestici, sono incluse