Categorie
News

Cappotto Termico

Cos’è il Cappotto Termico?

 Il cappotto termico è l’isolamento termico delle pareti di una casa o di un edificio.  

Si applicano dei pannelli isolanti alle pareti della struttura, di spessore variabile, fino a raggiungere il risultato desiderato, ovvero migliorare la classe energetica dell’edificio.  

I materiali isolanti che si possono utilizzare sono molteplici e ciascuno con caratteristiche tecniche differenti.
Per citarne alcuni:  
•  lana minerale
• fibra di legno
• sughero
• schiume minerali
• polistirene espanso sinterizzato
•  polistirene estruso
• poliuretano
• pannelli in Aerogel.  

Un cappotto termico ben posato e con i giusti materiali, può durare moltissimi anni.  

 

Perché fare il Cappotto Termico?  

Nelle soluzioni abitative moderne e nella bioedilizia si parla spesso di “Comfort Abitativo”, inteso come una serie di caratteristiche che l’abitazione deve avere, per far si che la vivibilità al suo interno sia qualitativamente migliore. 
 
La temperatura ideale da tenere in casa è considerata intorno ai 20° (con oscillazioni che vanno dai 18 ai 22). Questo per garantire salubrità agli ambienti e, quindi, benessere fisico.  
Quando la temperatura della casa è al di sopra dei 22 gradi, va seriamente preso in considerazione l’solamento termico.  

Questo intervento, oltre ai benefici sopra citati, migliora anche la classe energetica dell’abitazione, portando anche ad un notevole risparmio economico.  

 

Quanto costa?  

Il costo varia molto in base ai materiali scelti e alla manodopera. Diciamo che si va dai 50 agli 80€ al mq. Ma con il Superbonus 110% si può arrivare anche a pagare pochissimo o, addirittura, nulla.  

 

Cappotto Termico e Superbonus110%, come funziona?

Si può richiedere il Superbonus per gli interventi di isolamento termico, ottenendo una detrazione delle spese sostenute fino al 110%, se si eseguono lavori su almeno il 25% della superficie lorda dell’edificio.

La detrazione sarà da ripartire in 5 quote annuali di pari importo.

Inoltre, si potrà cedere la detrazione fiscale all’impresa che effettuerà i lavori, ricevendo uno sconto immediato in fattura pari al 100% delle spese sostenute.

 

Categorie
News

Edilizia su Fune o Edilizia Tradizionale?

Perché scegliere l’Edilizia su Fune per ristrutturare, al posto dell’Edilizia Tradizionale?

E’ una domanda che si fanno (e ci fanno) in molti.

Innanzitutto è importante sapere che non sempre si può scegliere.
L’Edilizia su Fune, infatti, si utilizza laddove non si può arrivare con l’Edilizia Classica.

Molto spesso, però, non ci sono le condizioni per un intervento tradizionale:

ad esempio perché l’edificio su cui operare è troppo alto o perché si trova in un centro storico dove non si possono mettere i ponteggi o, ancora, perché il punto da ristrutturare è particolarmente impervio e difficile da raggiungere.

Nei suddetti casi, infatti, i costi dell’edilizia classica, per affrontare le problematiche di altezza o impraticabilità, sarebbero proibitivi.

 

Come si interviene con l’Edilizia su Fune?

Con l’edilizia su fune e degli operai edili esperti, invece, il problema si risolve rapidamente, con poco ingombro e con costi contenuti.

Questo tipo di edilizia, infatti, ha il vantaggio di intervenire in velocità, riducendo i tempi di apertura cantiere e, quindi, con un notevole risparmio economico.

Viveco ha deciso di offrire entrambi i servizi, proprio perché non sempre si può scegliere come intervenire.

L’unico modo per dare una soluzione a 360° ai propri clienti è quello di avere delle squadre specializzate in entrambe le modalità di lavoro.

 

Perché occuparsi di edilizia su fune?

Occuparsi di Edilizia Acrobatica, infine, è per Viveco anche una scelta etica.

Lavorare su corda vuol dire lavorare in modo sostenibile: meno impatto acustico, meno scarti da lavoro, nessun ponteggio e tempi brevi.

Se vogliamo un mondo più vivibile, iniziamo facendo delle scelte più Green.

Categorie
News

Case in legno: l’edilizia sostenibile

Case in legno: l’edilizia sostenibile. Da tempo, ormai, quello della sostenibilità ambientale è diventato un tema davvero fondamentale ed è uno degli obiettivi principali di Viveco.

La bioedilizia, infatti, ha come scopo proprio quello di attuare una significativa riduzione dell’impatto ambientale per garantire una migliore vivibilità e, quindi, un futuro più sicuro alle prossime generazioni. Per questo è importante parlare di sostenibilità nel campo dell’edilizia e focalizzare la nostra attenzione su tutti gli aspetti coinvolti nella costruzione e manutenzione di un qualsiasi edificio.

Le case in legno sono un ottimo esempio di edilizia sostenibile. Vediamo perché.

Perché in legno è meglio

Quando si parla della costruzione di case sostenibili, il campo è davvero molto ampio. Parliamo, infatti, di tipologie di edifici molto diversificate tra loro, a volte estremamente innovativi sul piano del design e altre volte, invece, dall’aspetto più classico e molto più simile alle costruzioni che siamo abituati a vedere e nelle quali viviamo.

L’importanza delle case in legno, rispetto alle altre tipologie, però, risiede proprio nella materia prima di cui sono composte. A differenza dei materiali “canonici” che richiedono un forte impiego di manodopera nell’estrazione, selezione, trasformazione e realizzazione di materiali specifici che, quindi, si traduce in un altissimo impatto sull’ambiente, il legno cresce in natura, spontaneamente, senza alcuna necessità dell’intervento dell’uomo se non per la sua raccolta e lavorazione.

L’impatto ambientale è, inoltre, drasticamente ridotto anche dalla costituzione di foreste a gestione certificata dove, cioè, vengono prelevate meno piante di quante ne vengono costantemente reintrodotte. Come dimostra una prestigiosa ricerca svolta presso l’Istituto CNR IVALSA (Istituto per la Valorizzazione del Legno e delle Specie Arboree) di San Michele all’Adige, il legno necessario per produrre un edificio in legno di 200 m2 in Italia, è pari alla ricrescita oraria spontanea dei boschi del Trentino Alto Adige.

Inoltre, a differenza degli edifici non ecosostenibili dismessi o demoliti, nel caso degli edifici in legno, al termine del ciclo di vita dell’abitazione è possibile smontare la casa e procedere a un riciclo del materiale utilizzato pari al 99% delle materie utilizzate.

Sorprendente, vero?

Case in legno: rispettare l’ambiente senza rinunciare al comfort e al design

Inoltre, ogni abitazione in legno, oltre a essere progettata per garantire il massimo del design, è costruita per essere efficientissima anche in ambito energetico. Così facendo, sia nei mesi invernali che in quelli estivi, si va a minimizzare il fabbisogno energetico, massimizzando invece lo sfruttamento delle energie rinnovabili, senza spifferi o sbalzi termici.

E tutto questo senza rinunciare minimamente al comfort abitativo: lo sfruttamento della luce naturale e l’elevata qualità dell’aria indoor, ad esempio, sono aspetti fondamentali e caratteristici di ogni edificio in legno.

Realizzare una casa in legno è quindi un vantaggio per chi la abita e per l’ambiente: nessun impatto ambientale, alta qualità e sostenibilità dei materiali impiegati per garantire il giusto comfort, e un design davvero innovativo.

Categorie
News

Case ecologiche

Case ecologiche. L’architettura, come anche il campo dell’edilizia, sta abbracciando quella che, attualmente, viene percepita come l’esigenza più sentita, perché riguarda tutti noi: quella della tutela ambientale.

Case ecologiche: un libro che ne parla
Oggi il tema dell’ecosostenibilità sta diventando sempre più importante e anche la letteratura si sta aprendo al dialogo su queste tematiche e sulla bioedilizia. Il libro Case ecologiche (di Sergi Costa Duran, Ed. Logos, pp. 194), ad esempio, ci illustra le caratteristiche delle case ecologiche moderne, aprendo spiragli per una riflessione sull’importanza di sapere cosa costruire, e soprattutto come costruire, in rapporto all’ambiente.

Questo testo offre una selezione di varie case eco compatibili e di progetti che rispettano l’ambiente ponendo l’accento proprio sui numerosi vantaggi che possiamo trarre dal rispettare l’ecologia. Fa parte di quelle letture che contribuiscono a creare una coscienza ecologica e a far sì che l’architettura consideri il rispetto dell’ambiente come un aspetto imprescindibile del suo operare.

Progettare una casa ecologica
I progetti presentati in Case ecologiche confermano che il livello attuale di consapevolezza, la legislazione vigente e le possibilità tecniche offerte dal mercato facilitano l’adozione di soluzioni e progetti che vadano concretamente a rispondere a esigenze legittime, come l’uso sostenibile delle risorse naturali o la creazione di ambienti veramente sani in cui vivere.

Per fornire una maggiore comprensione dell’argomento, Case ecologiche include anche planimetrie e specifiche sui materiali utilizzabili in bioedilizia. Tutti i progetti presentati sono corredati anche da una puntuale analisi dei costi di realizzazione e da una valutazione complessiva dell’effettivo impatto ambientale dell’edificio.

Attraverso ventitré sorprendenti progetti ecosostenibili, che spaziano da case girevoli dalle qualità antisismiche, abitazioni con pannelli solari incorporati nei tetti, passando per eccellenti sistemi di isolamento termico, fino ad arrivare a collettori fotovoltaici per l’elettricità, che sono stati realmente realizzati negli ultimi dieci anni, tra le pagine di questo libro si capirà che forse quella che si sta intraprendendo è davvero la strada giusta verso un futuro di case sempre più sostenibili, che si fondano, in perfetto equilibrio, con l’ambiente.

Viveco: ecosostenibilità e bioedilizia
Siamo un’impresa con esperienza decennale nel settore dell’edilizia. Mettiamo in atto una strategia gestionale improntata sulla qualità, avendo come scopo la massima soddisfazione dei nostri clienti.

Crediamo che le abitazioni debbano essere sostenibili, per questo ci impegniamo a divulgare una nuova cultura dell’ABITARE, che sia rispettosa dell’Uomo e dell’Ambiente in cui vive.

Se hai trovato interessante questo articolo, leggi anche https://viveco.it/bioedilizia-e-costruzioni-sostenibili-quando-anche-labitare-diventa-green/

Per maggiori informazioni contattaci

  • numero verde: 800 96 02 69
  • Info@leonardomultiservizi.it