Bioedilizia e costruzioni sostenibili, quando anche l’abitare diventa green

Bioedilizia, bioarchitettura, costruzioni sostenibile o a impatto zero, sono tutti termini che fanno riferimento a un diverso modo di progettare, costruire e gestire la realizzazione di un edificio, in linea con i principi della sostenibilità ambientale e del rispetto per il territorio che ci circonda. La bioedilizia si innesta, dunque, su quel filone green che guarda a un futuro di crescita e sviluppo al passo con la tutela ambientale, che rimette al centro il paesaggio naturale, rendendolo protagonista della sua evoluzione. Come si può intervenire su un ambiente naturale senza invaderlo o deturparlo? Si tratta di realizzare costruzioni eco-compatibili, dinamiche, pensate per essere in sintonia con il contesto in cui sorgono. Attraverso l’uso di materiali naturali e la padronanza di tecniche adatte all’ottimizzazione dell’impatto energetico della struttura, si otterrà un edificio integrato con l’ambiente, a basso consumo e salutare per chi lo abita.

La sensibilizzazione ai problemi ambientali e la lotta al cambiamento climatico oggi passano anche dalla bioedilizia. Un settore “di nicchia” in rapida ascesa, che anche in Italia sta conquistando un’importante fetta del mercato immobiliare. Una spinta possibile grazie all’innovazione tecnologica che nel settore dell’edilizia verde si traduce in risparmio energetico ed ecosostenibilità.

Per realizzare una simile struttura sin dalle prime fasi di costruzione bisogna tener conto di una serie di fattori che tradizionalmente non hanno molta considerazione. Nella bioedilizia, per esempio, la scelta dell’area da edificare è un requisito imprescindibile. L’analisi morfologica del terreno, la valutazione delle acque, il percorso del sole e lo studio dei venti sono presupposti necessari per sfruttare a proprio vantaggio le caratteristiche di un territorio e poter così attuare politiche di risparmio energetico. Anche la valutazione del contesto esterno all’edificio, in tal senso, diventa indispensabile per il progetto. Una volta scelta l’area più adatta alla realizzazione della propria abitazione sostenibile, bisognerà pensare a come organizzare i lavori senza invadere o deturpare la zona di realizzazione della struttura. Affinché questo sia possibile, bisognerà avvalersi dell’ausilio di tecniche e strumenti utili allo scopo, come l’utilizzo di escavatori equipaggiati a benne bivalve in grado di creare basamenti solidi su qualsiasi tipo di terreno. In tal senso, per semplificare il processo di edificazione è sempre utile rivolgersi a esperti del settore, in grado di valutare le particolarità e caratteristiche di ogni territorio e scegliere di volta in volta la migliore soluzione. È questo il caso di TECNOBENNE, azienda specializzata nella progettazione e produzione di attrezzature idrauliche ed elettroidrauliche per il sollevamento e la movimentazione di diversi basamenti. Grazie alla collaborazione di disegnatori esperti e maestri saldatori, l’azienda è in grado di realizzare attrezzature standard, speciali o personalizzate per intervenire su ogni tipo di terreno.