Categorie
News

Case in legno: l’edilizia sostenibile

Case in legno: l’edilizia sostenibile. Da tempo, ormai, quello della sostenibilità ambientale è diventato un tema davvero fondamentale ed è uno degli obiettivi principali di Viveco.

La bioedilizia, infatti, ha come scopo proprio quello di attuare una significativa riduzione dell’impatto ambientale per garantire una migliore vivibilità e, quindi, un futuro più sicuro alle prossime generazioni. Per questo è importante parlare di sostenibilità nel campo dell’edilizia e focalizzare la nostra attenzione su tutti gli aspetti coinvolti nella costruzione e manutenzione di un qualsiasi edificio.

Le case in legno sono un ottimo esempio di edilizia sostenibile. Vediamo perché.

Perché in legno è meglio

Quando si parla della costruzione di case sostenibili, il campo è davvero molto ampio. Parliamo, infatti, di tipologie di edifici molto diversificate tra loro, a volte estremamente innovativi sul piano del design e altre volte, invece, dall’aspetto più classico e molto più simile alle costruzioni che siamo abituati a vedere e nelle quali viviamo.

L’importanza delle case in legno, rispetto alle altre tipologie, però, risiede proprio nella materia prima di cui sono composte. A differenza dei materiali “canonici” che richiedono un forte impiego di manodopera nell’estrazione, selezione, trasformazione e realizzazione di materiali specifici che, quindi, si traduce in un altissimo impatto sull’ambiente, il legno cresce in natura, spontaneamente, senza alcuna necessità dell’intervento dell’uomo se non per la sua raccolta e lavorazione.

L’impatto ambientale è, inoltre, drasticamente ridotto anche dalla costituzione di foreste a gestione certificata dove, cioè, vengono prelevate meno piante di quante ne vengono costantemente reintrodotte. Come dimostra una prestigiosa ricerca svolta presso l’Istituto CNR IVALSA (Istituto per la Valorizzazione del Legno e delle Specie Arboree) di San Michele all’Adige, il legno necessario per produrre un edificio in legno di 200 m2 in Italia, è pari alla ricrescita oraria spontanea dei boschi del Trentino Alto Adige.

Inoltre, a differenza degli edifici non ecosostenibili dismessi o demoliti, nel caso degli edifici in legno, al termine del ciclo di vita dell’abitazione è possibile smontare la casa e procedere a un riciclo del materiale utilizzato pari al 99% delle materie utilizzate.

Sorprendente, vero?

Case in legno: rispettare l’ambiente senza rinunciare al comfort e al design

Inoltre, ogni abitazione in legno, oltre a essere progettata per garantire il massimo del design, è costruita per essere efficientissima anche in ambito energetico. Così facendo, sia nei mesi invernali che in quelli estivi, si va a minimizzare il fabbisogno energetico, massimizzando invece lo sfruttamento delle energie rinnovabili, senza spifferi o sbalzi termici.

E tutto questo senza rinunciare minimamente al comfort abitativo: lo sfruttamento della luce naturale e l’elevata qualità dell’aria indoor, ad esempio, sono aspetti fondamentali e caratteristici di ogni edificio in legno.

Realizzare una casa in legno è quindi un vantaggio per chi la abita e per l’ambiente: nessun impatto ambientale, alta qualità e sostenibilità dei materiali impiegati per garantire il giusto comfort, e un design davvero innovativo.